Foto con i ragazzi presi da dietroFoto Lorenzo Bini 1Cartellone fatto dai ragazzi

Rinascere e riscommettersi perché l’ultima parola sia quella della Vita

Educazione stradale, passione per lo sport, solidarietà. Per citare soltanto alcuni dei temi affrontati nel corso degli incontri con Lorenzo Bini. Atleta paraolimpico di nuoto e surf, formatore di Dynamo Camp, corteggiato di recente perfino da brand prestigiosi come modello e testimonial.

Tra solarità e consapevolezza duramente conquistate, guarda dritto negli occhi, snocciola perle di saggezza e interloquisce con i giovani adolescenti con empatia, humor e disarmante schiettezza. Chissà chi sarebbe diventato se il percorso degli eventi non avesse posto fine alla sua ‘prima vita’, consentendogli di viverne una ‘seconda’. Già… perché c’è un “prima” della carrozzina, con una vita da ‘bipede’ ordinaria e inquadrata, e un dopo… che non si riuscirebbe a spiegare senza il coraggio stra-ordinario (nel senso etimologico del temine) di un ragazzo che è riuscito ad abbattere i propri limiti e che tutti i giorni lavora per concorrere ad un mondo più inclusivo, occupandosi non solo della rimozione delle barriere architettoniche, ma anche dello scardinamento di quei limiti mentali, ben più pervicaci e radicati che sono in ognuno di noi.

Di sicuro, però, sappiamo chi è diventato dopo quell’incidente che lo ha visto diciannovenne riportare una lesione al midollo spinale, seppure prudente sul motorino, munito di casco, ma sfortunatamente travolto dal conducente di un’automobile. Dopo una lunga fase di metabolizzazione e di accettazione… la metamorfosi. Complice “l’elemento acqua” che gli ha permesso di rinascere come nuotatore e perfino di sperimentare in Italia, per la prima volta, tavole da surf da utilizzare solo con le braccia. La sua forza, la sua energia, il suo amore e l’attaccamento per la vita. Vita da diversamente abile ma così avventurosa da fare impallidire molti cosiddetti normodotati. Una sfida dopo l’altra, una medaglia seguita da altre, le nazionali, i mondiali, e un ‘ulissismo’ che lo porta sempre in giro per il mondo a conoscere e oltrepassare nuovi limiti, a “dare” ma anche a “prendere”. Giacché, per usare le sue stesse parole, “chiedere aiuto agli altri può arricchirci, renderci più umani, innescare scambi reciproci e proficui”. Banditi i pregiudizi, le paure, le convenzioni e financo le situazioni di comodo. Dal ruolo di informatico Telecom a tempo indeterminato infatti si licenzia per divenire istruttore di nuove generazioni in varie realtà tra cui quella virtuosa di Dynamo Camp, nata in un’oasi dell’Appennino Toscano che ospita giovani diversamente abili, le loro famiglie e non solo.

Svariate le curiosità dei nostri alunni che hanno riservato una calorosa accoglienza al campione, il quale, negli ultimi anni ha affinato le sue capacità comunicative e, nonostante i successi, non si è montato la testa. Pillole non di certezze svendute a buon mercato ma di speranze concrete e ancora un suo sogno nel cassetto… cantare “Ragazzo fortunato” di Jovanotti. In attesa che ciò avvenga (e sarebbe un messaggio forte e diretto per le nuove generazioni, di amore e rispetto della vita al di là di tutto), possiamo affermare che i ‘fortunati’ siamo noi ad averlo incontrato. Nell’imparare negli anni a prendersi fisicamente cura di sé, chissà se Lorenzo in realtà si sia accorto di prendersi cura di molte altre persone, conosciute e non, semplicemente attraverso il suo esempio e la sua testimonianza di vita.

 Maria Valeria Sanfilippo

docente di lettere  delle classi   II D, III D e III B

Scuola Media “A. Manzoni”

Foto di gruppo con mascherine

 

  • Ci affacciamo ad un nuovo anno scolastico, verso una ritrovata socialità per i nostri alunni. Cari ragazzi, l'istituto Vespucci è pronto ad accogliervi con la consapevolezza e l'emozione di...
  • Gentilissime famiglie, carissimi docenti e al personale tutto, con il presente Protocollo si intende condividere l’organizzazione per la ripartenza di settembre di tutti i plessi.L’Istituto...
  • Gentili Famiglie,    è con piacere che vi segnaliamo l’evento FirenzeGioca, che si terrà nei giorni 24 e 25 Settembre nel Padiglione Arsenale alla Fortezza da Basso, con orario continuato 10 – 20.   ...

Amministrazione Trasparente

Link utili

Torna su