E' ancora necessaria l'autodichiarazione per il rientro a seguito di un'assenza non riconducibile al Covid?

Per la riammisione a scuola a seguito di un periodo di assenza non riconducibile al Covid, non è più necessario fornire alcuna autodichiarazione. Resta di primaria importanza la lettura e la firma del Patto Educativo di Corresponsabilità (PEC), che integra al suo interno un'apposita sezione relativa agli impegni assunti da tutte le parti in relazione all'emergenza Covid.

 

Che differenza c'è tra quarantena ed isolamento?

 

La quarantena si attua ad una persona sana (contatto stretto) che è stata esposta ad un caso COVID-19, con l’obiettivo di monitorare i sintomi e assicurare l’identificazione precoce dei casi.

L’isolamento consiste nel separare quanto più possibile le persone affette da COVID-19 da quelle sane al fine di prevenire la diffusione dell’infezione, durante il periodo di trasmissibilità.

 

Per maggiori dettagli si veda: Cosa sapere su quarantena, isolamento, tracciamento.

 

Quali sono i casi in cui mia/o filgia/o deve rimanere in quarantena?

La scuola non entra nel merito di quando porre gli individui in quarantena nel caso in cui i contatti non siano avvenuti all'interno del contesto scolastico. Pertanto in tutti i casi in cui vi siano dubbi relativi a contatti avvenuti al di fuori del contesto scolastico, va contatto il pediatra, il medico di famiglia o la ASL. Informazioni a tal riguardo possono essere reperite sulle FAQ del ministero della salute: Cosa sapere su quarantena, isolamento, tracciamento e dalle ordinaze della Regione Toscana.

Nel caso in cui uno di questi soggetti su indicati disponga la quarantena, si può avvisare la scuola per chiedere la DAD. A tal proposito si rimanda alle domande dedicate all'argomento.


Per quanto riguarda i contatti avvenuti nel contesto scolastico, la scuola provvede ad inviare tempestiva comunicazione ai rappresentanti i quali dovranno poi girare la stessa all'interno delle proprie classi.

Al fine di agevolare le famiglie, la scuola provvede ad inserire all'interno di tali comunicazioni, gli eventuali termini di quarantena. Va comunque specificato che l'invio puntuale dei termini della quaratena è a carico della ASL, le comunicazioni della scuola in tal senso cercano di sopperire alla evidente difficoltà della ASL di svolgere tale compito in questo delicato momento. Resta comunque inteso che in caso di una qualunque discrepanza tra la comunicazione generica della scuola e quella puntuale della ASL, la comunicazione della ASL è prioritaria. Per il dettaglio delle casistiche nel constesto scolastico di rimanda alla successiva domanda.

 

Qual è la normativa di riferimento per la gestione dei casi covid nel contesto scolastico?

Di seguito la normativa di riferimento: 

 

Di seguito una sintesi NON ESAUSTIVA degli aspetti principali (per approfindire si rimanda alla normativa su riportata):

  • Infanzia
    • Da 1 a 4 casi positivi -> didattica in presenza (Docenti con FFP2 per 10 giorni)
    • 5+ casi positivi:
      • vaccinati e assimilati* -> Sospensione attività per 5 giorni (NON serve tampone per il rientro)
      • altri -> Sospensione attività per 5 giorni (con tampone negativo al rientro)
  • Primaria
    • Da 1 a 4 casi positivi -> didattica in presenza con FFP2 per 10 giorni (dai 6 anni in su)
    • 5+ casi positivi 
      • vaccinati e assimilati* -> didattica in presenza con FFP2 per 10 giorni (dai 6 anni in su)
      • altri -> didattica integrata per 5 giorni (con tampone negativo al rientro)
  • Secondaria
    • 1 caso positivo -> didattica in presenza con mascherine FFP2 per 10 giorni
    • 2+  casi positivi 
      • vaccinati e assimilati* -> didattica in presenza con FFP2 per 10 giorni 
      • altri -> didattica integrata per 5 giorni (con tampone negativo al rientro)

 

* per vaccinati e assimilati si intende:

  • ciclo vaccinale primario da meno di 120 giorni
  • guariti da meno di 120 giorni
  • ciclo vaccinale primario + guarigione
  • ciclo vaccinale completo (richiamo)
  • esenzione vaccinale certificata

 

Da notare che come riportato nel DL n° 5 del 4/02/2022:

Ai fini del calcolo dei casi confermati positivi al COVID-19 non e' considerato il personale educativo e scolastico.

 

Come si calcola il periodo di tracciamento dei contatti in realzione ad un caso di positività?

I contatti validi ai fini del tracciamento sono quelli intercorsi a partire dalla 48h prima dell'esecuzione del tampone che ha avuto esito positivo.

 

In che modo viene controllato se mia/o figlia/o rientra nella categoria di dei "vaccinati o assimilati" nei casi in cui è richiesto?

Il controllo viene effettuato tramite verifica del Green Pass con l'applicazione VerificaC19, come disposto dal ministero.

Nel caso di esenzione invece va portata l'opportuna documentazione.

  

Come faccio ad avere la DAD se mia/o filgia/o è in quarantena da contatto con positivo, ma non è ancora arrivata la documentazione da parte della ASL?

La scuola ha predisposto un'autocertificazione attraverso la quale è possibile fare richiesta di attivazione della DAD. L'autocertificazione va inviata all'indirizzo della scuola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., mettendo in compia il coordinatore di classe per la secondaria, gli insegnanti per primaria e infanzia.

 

Come faccio per attivare la DAD se mia/o filgia/o è positivo, ma non è ancora arrivata la documentazione da parte della ASL?

Basta inviare una email all'indirizzo della scuola Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo., mettendo in compia il coordinatore di classe per la secondaria, gli insegnanti per primaria e infanzia. Nella mail va allegato l'esito del tampone positivo.

 

La DAD può essere attivata anche per problematiche non inerenti al Covid?

No. Come specificato dalla seguente nota dell'Ufficio Scolastico Regionale Toscano:

 

...la DDI può essere attivata solo per motivi inerenti alla patologia Covid-19 e non per altre situazioni.

 

Allo scadere dei vari periodi di sospensione dell'attività scolastica per covid, si può automaticamente tornare a scuola?

In linea di principio si, ma può succedere che vi siano problemi organizzativi dettati ad esempio dalle diverse tempistiche di esecuzione del tampone tra studenti e insegnati. In questo caso la scuola potrebbe non essere in grado di organizzare il ritorno in classe degli studenti. Il corpo docenti cercherà di tenere informati i vari rappresentanti di classe in modo da sapere tempestivamente se il rientro è garantito senza problemi, oppure se la mattina del rientra le famiglie dovranno chiedere conferma al personale ata/docente. Orientativamente i docenti cercheranno di comunicare alle famiglie le informazioni in loro possesso entro le 18:30 del giorno lavorativo precedente a quello del presunto rientro.

  

Che documentazione serve portare al rientro a scuola alla fine di un provvedimento di isolamento?

Generalmente per il rientro a scuola dopo l'isolamento, serve portate il provvedimento di fine isolamento inviato dall'ASL.

Tuttavia, come specificato nell'Allegato A dell'ordinanza n°2 del 10/01/2022 della regione Toscana, in mancanza della trasmissione del provvedimento di fine isolamento da parte dell’ASL competente, ove trascorse 24 ore dall’esito del tampone negativo, il referto positivo del tampone iniziale e quello negativo finale, sostituiscono il provvedimento di termine isolamento. Pertanto questi due documenti sono sufficienti per il rientro a scuola.

 

Quali sono i contatti del Dipartimento di Igiene Pubblica?

Web: Sito

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

Email: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 
Torna su